2005/2006 - ALBERT EINSTEIN, INGEGNERE DELL'UNIVERSO

Key words: legge del tutto, storia, FISICA

EINSTEIN E L'ANNO MONDIALE DELLA FISICA

Il 2005 è stato dichiarato dall’ONU e dall’UNESCO anno mondiale della fisica e Pavia è stata sede principale di un grande evento: la mostra "a stella" Albert Einstein, ingegnere dell’universo, con sedi anche a Bologna, Firenze e Bari, realizzata in collaborazione con l’Istituto di Storia della Scienza Max Planck di Berlino, l’Università degli Studi di Pavia e il suo Dipartimento di Fisica, il Deutsches Museum di Monaco e l’Università Ebraica di Gerusalemme.

Sulla scia di questa grande iniziativa, ideata per celebrare Albert Einstein e il centenario del 1905 (anno in cui lo scienziato pubblicò cinque articoli destinati a rivoluzionare i fondamenti della fisica), si è sviluppato un percorso parallelo Scuola+Museo che ha introdotto ragazzi e bambini ai grandi temi della fisica: i concetti di spazio e tempo, finito e infinito, pieno e vuoto, attraverso le visioni settecentesche e ottocentesche relative a meccanica, elettromagnetismo e termodinamica e attraverso la continua tensione di Einstein alla ricerca di un’unica legge fondamentale della natura (comprendere la natura significa per il fisico tedesco conoscere "la mente di Dio"; come egli stesso scriveva: "sottile è il Signore ma non malizioso").

In questo ambito sono stati formati gli explainer, studenti delle scuole superiori pavesi che hanno accompagnato i visitatori della grande mostra su Einstein, guidandone anche gli esperimenti interattivi.

Al termine delle attività, si è concepita una più piccola mostra degli elaborati dei ragazzi, che dal 20 al 27 maggio 2006 ha rallegrato le navate della ex Chiesa di S. Tommaso.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image